Prezzo
Colore
Colore

Nessun filtro

Materiale
Materiale

Nessun filtro

Prezzo ridotto
Disponibile immediatamente
Spedizione 0 €
Cancella filtri
Salva
Prezzo
Consegna

    Nessun filtro

Colore

    Nessun filtro

Materiale

    Nessun filtro

Prezzo ridotto
Disponibile immediatamente
Spedizione 0 €
Nessun prodotto trovato corrispondente alla tua richiesta.

Domande frequenti sul box per bimbo

Quando e perché dovrei acquistare un box?

Il box –o recinto– per la prima infanzia è un accessorio utile per arredare la cameretta dei piccoli di età compresa fra i 6 mesi e i 2 anni circa. Quando il tuo bambino comincia a stare seduto, e magari a sollevarsi sulle gambine, il box diventa un accessorio ottimo per facilitare i suoi primi tentativi di movimento, tenendolo al riparo dai pericoli. Il compromesso ideale, insomma, fra la voglia di esplorare dei cuccioli e la tranquillità di mamma e papà.

Quanti tipi di box per bimbo esistono?

Fondamentalmente, il mondo dei box per la prima infanzia si divide in box "veri e propri" e recinti componibili. Questi ultimi, costituiti da un numero variabile di moduli, sono di solito più apprezzati dai bimbi: hanno altezza inferiore a quella dei box classici e sono dotati di un cancelletto, che permette l'accesso degli adulti, quindi non danno quell'idea di separazione e "imprigionamento" che può spaventare il bebè. Di contro, i recinti vanno appoggiati sul pavimento, che potrebbe risultare freddo, o su un tappeto, che potrebbe trattenere polvere. I box bimbi tradizionali, invece, hanno un fondo rigido protetto da un materassino rimovibile, sono delimitati da sponde a rete alte e provvisti di piccole rotelle che permettono di spostarli. Un utile plus dei box per bimbi è poi la presenza di una cerniera esterna, che consente di aprire un lato della rete, permettendo così ai bimbi un po' più grandicelli di entrare senza essere presi in braccio.

Di quali materiali sono composti recinti e box?

I materiali base che compongono i box classici sono: l'acciaio per la struttura, il poliestere per la rete e le imbottiture, altre fibre sintetiche e naturali per le parti esterne di materassino e tappetino. I recinti, invece, possono essere costituiti di legno o plastica. In ogni caso, sia che tu opti per un recinto o per un box vero e proprio, ti suggeriamo di fare attenzione che le parti in PVC eventualmente presenti non contengano ftalati (composti chimici volatili non del tutto sicuri da inalare, specialmente durante la prima infanzia), consiglio valido per ogni altro mobile o accessorio destinato alla cameretta di tuo figlio.

Quanto costa orientativamente un box per la cameretta?

I prezzi dei box per bimbi variano in relazione alla marca, alla qualità delle materie prime impiegate e soprattutto sulla base del grado di "accessorizzazione" dell'articolo, cioè in virtù della maggiore o minore presenza di quegli elementi non indispensabili, ma utili a rendere confortevole il box (come materassino, giochi pendenti, etc.). In linea di massima la forbice dei prezzi è compresa fra 50 e 150 euro.